Epicondilite

Francesco Langianese – miodottore.it

Autore: Francesco Langianese  Massofisioterapista – Terapista manuale osteopatico

epicondilite

Epicondilite (gomito del tennista)

L’epicondilite (precisamente epicondilite omerale), è un’infiammazione dei tendini che vanno a gravare sul gomito sull’epicondilo laterale. È una dolorosa infiammazione conosciuta anche come gomito del tennista, dato che colpisce spesso questi sportivi. Similmente, nell’epitrocleite o gomito del golfista la zona dolente del gomito è invece quella mediale dove sono interessate le relative inserzioni osteo-tendinee.

Tuttavia, l’epicondilite non va intesa come una patologia che riguarda solo un piccolo gruppo di sportivi; riguarda anche chi sta molto tempo con gli arti superiori fermi nella stessa posizione per altri motivi, come un dattilografo, un pianista o uno scrittore che usi la tastiera.

In genere i medici consigliano di prevenirla, riscaldando sempre bene le articolazioni prima di dedicarsi a lavori manuali e sforzi intensi. Si tratta di un disturbo di carattere invalidante, che, qualora non affrontato con la giusta terapia, può cronicizzare.

Cosa fare:

Negli ultimi tempi si è molto diffuso con successo il ricorso alla terapia con onde d’urto e tecarterapia. Molto spesso sono più efficaci delle terapie fisiche tradizionali e possono evitare il ricorso all’intervento chirurgico.
Altra efficace terapia prevede esercizi di recupero della funzionalità. Queste prevedono contrazioni eccentriche (ripetizioni negative) dei gruppi muscolari dell’avambraccio coinvolti nell’infiammazione.

L’utilizzo di uno specifico bracciale massaggiante con inserti in silicone favorisce sicuramente i tempi di recupero.
Nelle forme acute (dolore in atto) la terapia mira a eliminare l’infiammazione ed il dolore mediante il riposo; l’interruzione momentanea della attività sportiva/ lavorativa, associato all’uso di antinfiammatori, con una eventuale immobilizzazione del gomito per 20 giorni. E’ possibili associare 2-3 infiltrazioni steroidee a livello tendineo.

È possibile effettuare un trattamento dell’epicondilite mediante terapia infiltrativa sotto guida ecografica utilizzando semplicemente un ago e farmaci quali il cortisone o l’acido ialuronico.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share